Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

lenewws

Mar 10, 2011 12:08:00 PM
Cassa Colf:

IL GIORNO 13 SETTEMBRE SI E' RIUNITA LA COMMISSIONE DI VERIFICA DELLE DOMANDE DI PRESTAZIONI PRESENTATE SINO A TALE DATASONO STATE ESAMINATE 116 PRATICH:

  • 27 SONO STATE ACCOLTE
  • 62 SOSPESE IN ATTESA DI INTEGRAZIONE DOCUMENTI
  • 26 RESPINTE INOLTRO RICHIESTE DI PRESTAZIONI

 

Con il pagamento del 2° trimestre 2011, gli iscritti che avessero iniziato a pagare i contributi contrattuali dal 3° trimestre 2010, potranno inviare le eventuali domande di prestazioni erogate dalla Cassacolf per gli eventi occorsi dal 1 ottobre 2010 al 30 giugno 2011.

Per informazioni di dettaglio sulle prestazioni:

per lavoratori Clicca qui

per datori di lavoro Clicca qui

relativa modulistica Clicca qui

Scarica la brochure di Cassacolf



Apr 10, 2011 12:35:50 PM
IMPEGNO La nuova edizione online:

Trova tempo per lavorare, è il prezzo del successo.
Trova tempo per pensare, è la fonte del potere.
Trova tempo per giocare, è il segreto dell’eterna giovinezza.
Trova tempo per leggere, è il fondamento della saggezza.
Trova tempo per l’amicizia, è la strada della felicità.
Trova tempo per sognare, è attaccare il tuo carro ad una stella.
Trova tempo per amare ed essere amato, è il privilegio degli dèi.
Trova tempo per aiutare gli altri, la giornata è troppo breve per essere egoista.
Trova tempo per ridere, è la musica dell’anima.

                                                Antica preghiera irlandese

 

IN QUESTO NUMERO DI 'IMPEGNO':

  • GIORNATA SALVAGUARDIA DEL CREATO - Non siamo i padroni del mondo
  • 150° UNITA' D'ITALIA 
  • CRISI E IMMIGRAZIONE - Misure più favoreoli anche per gli immigrati
  • LAVORO E IMMIGRATI - Un contributo importante
  • LAVORO - Assenze per malattia
  • VITA ASSOCIATIVA - Formazione e comunicazione

          - Visita di Don Francesco Poli a Cremona

  • PULIZIE IN CASA - Piccoli consigli per tutti i giorni
  • RIFLESSIONI - Vivere come?

 

 In allegato il numero di Agosto/Settembre 2011 in PDF


Allegato

Oct 13, 2011 4:09:40 PM
Apicolf e politiche familiari:

Assistenti familiari, badanti e colf: un esercito di 1 milione e 200 mila persone che in Italia necessita di essere aiutato, istruito ed inserito nel mondo del lavoro. anticipatrice dei tempi è stata l'intuizione di Padre Erminio Crippa, che nel 1971 fondò Api-Colf, Associazione professionale italiana dei collaboratori familiari, il cui Consiglio Nazionale si è tenuto lo scorso sabato 1 ottobre in via ccezionale a Torino, in occasione del 150° anniversario dell'Unità nazionale.

Riconosciuta dalla Conferenza Episcopale Italiana, l'associazione si impegna a tutelare questa particolare categoria di lavoratori, perseguendo i principi della dottrina sociale della Chiesa e, in sinergia con la Federcolf, il sindacato dei lavoratori al servizio della persona, è riuscita ad ottenere il primo contratto collettivo nazionale già nel lontano 1974.

Come spiega la presidente dell'Api-Colf, Antonia Paoluzzi: "Nostro specifico obiettivo - osserva - è quello di conciliare domanda ed offerta di lavoro nell'ambito di una contrattazione chiara e trasparente e di contrastare il lavoro nero che, nel settore, rappresenta il 70% del totale".

Don Francesco Poli, consulente ecclesiastico nazionale dell'associazione, sottolinea il compito pedagogico della Chiesa nei confronti di questi lavoratori, il 95% dei quali sono immigrati e tratteggia un quadro della situazione: "In un contesto di crisi economica in cui gli equilibri familiari sono precari, ci rendiamo conto delle difficoltà che le famiglie incontrano nel sostenere i costi di questo genere di servizi. per questo abbiamo rilevato una diminuzione della richiesta e constatato il fatto che gli italiani ritornano, spinti dalla necessità, ad occuparsi dei lavori domestici e dell'assistenza ad anziani e bambini: un segno dell'impoverimento del nostro paese".

l'attività dell'associazione - è stato sottolineato al convegno - non è sostenuta adeguatamente dalle istituzioni in un momento in cui le politiche per la famiglia non sono adeguate alle reali esigenze di coloro che necessitano di un'assistenza domiciliare.

in una società sempre più anziana e bisognosa di cure ed assistenza, come quella italiana dei prossimi decenni, molte e difficili saranno le sfide che il rinnovato consiglio nazionale dovrà affrontare: dalla loro risoluzione dipenderà la serenità e la concordia di tutti, lavoratori e datori di lavoro.

Fonte: La voce del popolo - Torino, 9 ottobre 2011


« | < | pagina 1 di 4 | > | »
archivio
GEN | FEB | MAR | APR | MAG | GIU | LUG | AGO | SET | OTT | NOV | DIC |
2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 |
le cooperative di api-colf

COOP F.A.I.


COOP F.A.I. SARDA